RIVISTA ON-LINE DEL SOTTOSOPRA

PARLIAMO DI…

La dispersione scolastica

Cosa si intende oggi per dispersione scolastica? Il 2018 si chiudeva dunque con una serie di importanti interrogativi che lasciano ben sperare in una forte presa di posizione istituzionale ai fini di contrastare il tasso di dispersone scolastica sul territorio italiano. Nel 2019 sono aumentate le persone con un diploma o una laurea, ma abbiamo assistito ad un ampliamento dei divari territoriali, che vede il Mezzogiorno costantemente svantaggiato. Da quel periodo il sistema educativo italiano viaggia con un carico pesante, che corrisponde ad una media regionale del 14,5% di persone in uscita dal sistema d’istruzione e formazione. 

Leggi tutto

La situazione degli insegnanti in Europa e in Italia

Al centro dello studio di Eurydice stanno la crisi vocazionale, l’attrattività della professione, la formazione iniziale e continua, le condizioni di servizio, le prospettive e il benessere dei docenti.

Leggi tutto

La tecnologia del dominio attraverso Ippolita e Dick

Diventa sempre più difficile separare in maniera chiara e indubitabile ciò che è soggettivo da ciò che è oggettivo, ciò che è reale da ciò che non lo è.

Leggi tutto

Società della performance, malessere sociale e educazione

Siamo tutti performer: tutti perennemente presi dalla morsa della produzione costante di sé. Insegnanti compresi.

Leggi tutto

Sul palco globale – 3

La chiave per accedere all’umanità sta nella creatività, che è anche a fondamento di tutti gli apprendimenti.

Leggi tutto

Sul palco globale – 2

Mettere al centro della scuola il benessere socio-emotivo, il benessere psicologico, il benessere accademico, con l’unico fine di perseguire il bene della collettività. Com’è possibile ripensare l’educazione in questi termini? Come può l’educazione  sopravvivere alla pandemia e ai tagli ai fondi per la scuola e la formazione?

Leggi tutto

Sul palco globale – 1

Qual è il futuro dell’educazione? Cosa implica il cambiamento per l’apprendimento e l’insegnamento? Cosa significa essere connessi e dispersi allo stesso tempo?

Leggi tutto

Perchè i libri di testo servono?

La gamma estremamente differenziata di studentesse e studenti che frequentano la scuola tradizionale, di ogni ordine e grado, porta a chiedersi se davvero è possibile, soprattuto in questo momento storico, condurre un rapporto efficace, sensato e collaborativo con i libri di testo adottati. Tra “normalità” e bisogni educativi la costruzione di prassi ad approccio generativo può gradualmente riavvicinarci in uno spazio nuovo.

Leggi tutto

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

NUOVE SEZIONI IN ARRIVO!

Il Sottosopra si popola…